RIPARTIRE IN SICUREZZA

RIPARTIRE IN SICUREZZA
A cura dell’ Avv. Valentina Calderoni – Avv. Aleandra Argentieri – Avv. Tania Concetta Amoroso – Avv. Viola Cortesi – Avv. Sara Pazzi.

Il progetto “RIPARTIRE IN SICUREZZA” è nato dalla collaborazione di un team di giovani donne che svolgono la professione di Avvocato sul territorio romagnolo, le quali hanno unito le rispettive e diverse competenze proponendosi di dare vita e corso ad un’iniziativa il cui obiettivo primario è quello di fornire alle imprese un serio e reale supporto di consulenza legale sia nella delicatissima fase delle riaperture e, in prosieguo e più in generale, nella organizzazione aziendale che, alla luce della nuova normativa emergenziale andrà necessariamente rivista a 360 gradi. E’ importante per noi sottolineare da subito che la nostra consulenza non sarà semplicemente limitata a far sì che le imprese facciamo tutto ciò che è e sarà necessario per rispettare con rigore le prescrizioni legislative/amministrative e le indicazioni dell’Autorità sanitaria al fine della messa in sicurezza dei luoghi di lavoro, ma si sostanzierà nella messa a punto di tutti quegli strumenti cautelativi la cui predisposizione è essenziale al fine di consentire all’imprenditore di mettersi al riparo da responsabilità che, come è noto, sono molteplici e di diversa natura (civili, amministrative e finanche penali). Questi vanno, molto sinteticamente e a mero titolo esemplificativo, dalla revisione della informativa della privacy, ai nuovi doveri di informazione aziendale, alla previsione di nuove procedure e all’implementazione di quelle già esistenti, con particolare attenzione alla gestione degli ingressi e alla eventuale gestione della persona sintomatica, all’adeguamento dei modelli 231, alla revisione di tutta la contrattualistica aziendale con la previsione delle c.d. clausole Covid-19. Vi sono poi tutta una serie di problematiche correlate quali, sempre a titolo meramente esemplificativo, la gestione degli insoluti e il recupero del credito, la gestione dei probabili ritardi nelle forniture, sino a tutte le questioni che interesseranno i rapporti di locazione. Tutti ambiti indirettamente “colpiti” dall’attuale situazione emergenziale che spiacevolmente ha avuto ripercussioni su tutti i rapporti contrattuali e di debito/credito. In altri termini, ciò che intendiamo fornire all’impresa è una consulenza legale che garantisca ai soggetti preposti all’attività imprenditoriale di scongiurare il rischio di incorrere in responsabilità e, quindi, in sanzioni, avendo predisposto preventivamente tutte le necessarie cautele. Tale risultato non può non passare da un preliminare e mirato screening aziendale che il nostro team eseguirà dapprima sottoponendo all’azienda un questionario (ivi allegato unitamente ad una sintetica brochure del progetto) e successivamente con lo studio approfondito della singola realtà aziendale prodromico ad una corretta valutazione del rischio volta alla adozione delle più opportune misure di sicurezza.

Con il progetto “RIPARTIRE IN SICUREZZA” l’azienda avrà a sua disposizione un team di professionisti che, nell’ambito delle rispettive specializzazioni, potrà accompagnare questa delicata fase di ripresa lavorativa, fornendo all’impresa tutti gli strumenti necessari a garantire la completa osservanza della nuova disciplina normativa e scongiurare così il rischio di incorrere in responsabilità e sanzioni. L’emanazione del DPCM 26 Aprile 2020 impone la necessità di una seria e attenta disamina della propria organizzazione aziendale al fine di predisporre delle procedure che non solo permettano di operare nel rispetto delle nuove imposizioni legislative, ma la cui adozione consenta all’imprenditore di mettersi al riparo da responsabilità, che non sono solo quelle che determinano la sospensione dell’attività, ma anche di natura civile, amministrativa ed infine penale, tenendo insieme la necessità di tutelare la salute dei propri lavoratori, con quella di non esporre l’impresa ed i soggettipreposti a rischi evitabili. Appare, pertanto, necessario che le imprese applichino con rigore tali misure mettendo in sicurezza i luoghi di lavoro nel pieno rispetto delle prescrizioni legislative e delle indicazioni della Autorità sanitaria. In particolare l’impresa dovrà porre attenzione sui seguenti aspetti:- Revisione informativa privacy: redazione documenti necessari per garantire il rispetto delle norme a tutela della privacy, istruzioni sulle modalità di trattamento e conservazione, redazione modello di autocertificazione – Dovere di informazione aziendale ai sensi del DPCM 26.04.20: redazione contenuto pannello informativo/depliants e indicazione su luoghi e modalità di affissione distribuzione (destinatari, contenuto, modalità). – Previsione di nuove procedure per la sicurezza dei lavoratori e l’ambiente di lavoro: a. modalità per l’accesso di lavoratori e dotazione dei presidi di sicurezza; b. dipendente sintomatico, gestione all’ingresso ed in azienda; c. sanificazione e pulizia locali con istituzione registro temporale interventi; d. gestione spazi comuni, spostamenti dei lavoratori, procedure specifiche per riunioni o attività necessariamente collettive; – Implementazione procedure esistenti: a. per l’ingresso, il transito e l’uscita di fornitori esterni e visitatori. b. aggiornamenti duvri (ove necessari); c. aggiornamento PSC (piano di sicurezza e coordinamento) e piani operativi di sicurezza (POS) (ove necessari); d. protocollo sanitario; e. DPI: valutazione rischi e mappatura delle diverse attività dell’azienda per adozione di dpi idonei f. corretto trattamento e smaltimento dei rifiuti dei dpi – Revisione contratti di appalto con previsione di clausola misure COVID;  Modalità “SMART WORKING”: predisposizione di misure di supporto al lavoratore e valutazione livello privacy. – Istituzione Comitato Aziendale: formazione, compiti e modalità di svolgimento funzioni. – Redazione o, se già adottato, adeguamento del Modello DLgs 231/01.  Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Referente: Avv. Aleandra Argentieri cell. 3498947959 studio 0544401672 . Email: [email protected]

/ 5
Grazie per aver votato!

Redazione

AlMablog News è una rivista di cultura e diritto, senza scopo di lucro, accessibile on line gratuitamente (open access), fondata nel 2018, edita e sostenuta da Angelo RUBERTO Avvocato Penalista del Foro di Bologna, nonchè Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense”. PARTNER: JuraNews https://juranews.it - ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati