STAGE PRESSO LA CORTE COSTITUZIONALE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Corte costituzionale offre a quattro laureati di vecchio e nuovo ordinamento, iscritti
ad un percorso di studi post lauream, la possibilità di effettuare un periodo di formazione denominato
“Programma di stage Corte costituzionale ‐ Università” presso gli Uffici dei Giudici costituzionali e/o presso il Servizio Studi. L’informazione ai possibili candidati sul predetto programma formativo è rimesso all’iniziativa dell’Università o dell’Istituzione interessata. Il programma, che si articola in un’unica sessione dal 1° ottobre 2019 al 30 giugno 2020 ‐ ha come obiettivo l’approfondimento delle tematiche proprie del diritto costituzionale e della giustizia costituzionale e l’acquisizione di una conoscenza diretta e concreta dell’attività della Corte. Agli stagisti, non residenti nel comune di Roma, è corrisposto un rimborso spese di viaggio e di alloggio, nel limite massimo di € 300,00 mensili, previa esibizione dei relativi titoli. Possono partecipare al programma i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
• laurea in Giurisprudenza o altre lauree equipollenti con votazione minima di 105/110;
• adeguata conoscenza di lingue straniere nell’ambito delle principali aree europee;
• attuale iscrizione ad un dottorato di ricerca, ad una scuola di specializzazione, ad un master, ovvero
l’essere beneficiario di una borsa di studio o di un assegno di ricerca;
• età massima di 30 anni.
Non possono partecipare al programma i laureati in possesso di lauree cosiddette “brevi” ovvero
triennali né coloro che hanno già svolto uno stage presso la Corte costituzionale.
I candidati in possesso dei requisiti richiesti dal bando dovranno presentare attraverso l’ufficio
competente dell’Università la loro candidatura, completa di:
1. modulo di domanda debitamente compilato e sottoscritto, contenente il curriculum;
2. certificato degli esami con la votazione dei singoli esami sostenuti e con la votazione finale di laurea conseguita;
3. dichiarazioni sostitutive attestanti i titoli professionali e scientifici posseduti, con particolare
riguardo a quelli concernenti le tematiche proprie del diritto costituzionale e della giustizia costituzionale.
Una volta ricevute le candidature, ciascuna Università procederà ad una prima preselezione ‐ sulla
base dei requisiti richiesti dal bando ‐ di non più di n. 5 candidati da trasmettere all’Amministrazione della Corte costituzionale.
La Corte costituzionale procederà, successivamente, alla valutazione dei titoli dei candidati che hanno superato la preselezione al fine dell’approvazione della graduatoria finale.
Il termine ultimo per la trasmissione delle candidature da parte delle Università è il 14 giugno 2019.
Gli aspiranti candidati sono pertanto invitati a prendere contatto con i competenti uffici delle
Università, anche al fine di conoscere il termine ultimo di presentazione della domanda stabilito dalle
stesse Università.

/ 5
Grazie per aver votato!

Redazione

BLOG fondato, curato e diretto da Angelo RUBERTO, Avvocato Penalista di Bologna e Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense”. PARTNER: JuraNews https://juranews.it - ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.