LA GUARDIA COSTIERA ED IL CORONAVIRUS

Il Sesto Reparto – del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera -, è l’organo tecnico del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti responsabile della gestione amministrativa e funzionale della sicurezza della navigazione e della sicurezza marittima.  Il Reparto si avvale di  team ispettivi – dislocati in periferia – composti da ufficiali e sottufficiali del Corpo, specializzati in sicurezza della navigazione e, verifiche tecniche ed amministrative sul mantenimento degli standard di sicurezza previsti dalle normative di settore.  Per scongiurare il diffondersi del virus Covid-19, il Reparto  ha disciplinato le attività ispettive dei team a bordo delle navi mercantili da remoto e posticipato  le scadenze per quanto concerne la manutenzione e la revisione. Sono state emesse e pubblicate tre circolari – cd. Non di Serie – , a firma dell’Amm. Luigi Giardino – Capo del VI Reparto del Comando Generale delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera,  contenenti nuove disposizioni per garantire la sicurezza dei trasporti via mare, la tutela dell’ambiente, del personale navigante, dei militari dei nuclei ispettivi e semplificare le procedure per tutta la durata dell’emergenza. Circolare  n. 4 del 2020 in data 06.03.2020,  con la quale vengono impartite istruzioni per le visite “da remoto” sulle navi adibite a viaggi internazionali; Circolare  5 del 2020 in data 16.03.2020 , con la quale sono disciplinate le visite in commissione attraverso attività da “remoto”.  Inoltre, il Comando Generale, dopo aver sentito la Commissione Ue ed acquisito il nulla osta, ha previsto che la certificazione delle navi ro/ro passeggeri potrà essere prorogata sino a 3 mesi anziché un solo mese. La misura consentirà alla parte più rilevante della nostra flotta, impiegata in viaggi nazionali, di continuare ad operare. Da ultimo, con la circolare 6 del 2020 in data 16.03.2020,   è stata disciplinata l’ attività obbligatoria finalizzata alla manutenzione, prova, revisione, verifica di funzionamento degli apparati ed apprestamenti di bordo, da  eseguirsi nell’ambito degli accertamenti statutari.

/ 5
Grazie per aver votato!

Redazione

BLOG fondato, curato e diretto da Angelo RUBERTO, Avvocato Penalista di Bologna e Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense”. PARTNER: JuraNews https://juranews.it - ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati