MARE SICURO: POCHI MA UTILI CONSIGLI

La stagione estiva vedrà, come di consueto, l’intensificarsi di turisti lungo la costa, molti dei quali fruitori “occasionali” del mare. Proprio in vista della previsione di una crescente affluenza nei siti balneari, le  Capitanerie di Porto – Guardia Costiera –  rivolgono come di consueto un  appello a bagnanti e dipartisti, invitando alla prudenza ed al buon senso. Diversi incidenti si  verificano proprio per la scarsa attenzione prestata dai bagnanti alle principali regole di prudenza e buon senso ed, in alcuni casi, alle difficili condizioni meteorologiche che peggiorano repentinamente cogliendoli impreparati. Una giornata di mare può essere trascorsa serenamente, senza dover sfidare le condizioni del mare. Preliminarmente si rammenta che la fascia di mare riservata alla balneazione è quella compresa tra la battigia ed i 300 metri (salvo quanto disposto dagli Enti Locali con apposita Ordinanza); la fascia di mare fino a 500 metri dalla costa è interdetta alla navigazione a motore e/o a vela, tranne che nei corridoi di lancio/atterraggio appositamente posizionati e segnalati. Tra i più importanti consigli forniti ai bagnanti si citano: quello di non allontanarsi in modo eccessivo dalla costa sopravvalutando pericolosamente in tal senso le proprie capacità fisiche e sottovalutando le condizioni meteo in atto, e di prestare la massima attenzione quando viene esposta la bandiera rossa che indica pericolo per la balneazione. Prestare massima attenzione ai consigli e raccomandazioni degli assistenti bagnanti. Ai diportisti si ricorda: informarsi sulle condizioni meteo e di verificare l’efficienza della propria unità , prima di intraprendere qualsiasi tipo di navigazione; controllare in caso di unità a motore di avere sufficiente carburante in relazione alla navigazione da affrontare;  controllare le attrezzature di bordo: remi, dotazioni e dispositivi di sicurezza di bordo, tappo – se questo è autosvuotante – cinture di salvataggio per ogni persona, ancora, candele di scorta con chiave e carta vetrata, se la barca è a motore; di avere l’apparato radio (VHF) in efficienza ed il telefonino cellulare con la batteria carica;  non trasportare mai un numero di persone superiore a quello per cui l’imbarcazione è omologata;  la navigazione a motore o a vela , durante la stagione balneare è consentita solo a distanza superiore ai 500 metri dalla costa; per avvicinarsi alle spiagge utilizzare gli appositi corridoi di lancio; informare sempre i familiari, i conoscenti od i responsabili dei sodalizi nautici presso le cui strutture staziona l’imbarcazione in merito alla navigazione da effettuare e sull’ora prevista di rientro;  non gettare rifiuti in mare;  la zattera di salvataggio a bordo va tenuta in un punto di facile accesso (non chiusa nei gavoni o conservata sotto coperta);  se il mare tende a ingrossare fare indossare a tutte le persone a bordo le cinture di salvataggio; in caso di incendio a bordo contattare subito la Capitaneria di Porto, spegnere il motore e far mettere tutte le persone a bordo con il vento alle spalle. IL RISPETTO DI POCHE REGOLE – DI BUON SENSO – EVITANO GLI INCIDENTI ED IL MARE RESTA – COME DOVREBBE ESSERE – UN PIACEVOLE SVAGO.

/ 5
Grazie per aver votato!

Redazione

AlMablog News è una rivista di cultura e diritto, senza scopo di lucro, accessibile on line gratuitamente (open access), fondata nel 2018, edita e sostenuta da Angelo RUBERTO Avvocato Penalista del Foro di Bologna, nonchè Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense”. PARTNER: JuraNews https://juranews.it - ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.