ESSERE UN MARITTIMO di ANONIMO

 Essere un marittimo non è facile, e non è un lavoro adatto a tutti.

Bisogna essere forti, coraggiosi, intenzionati, volenterosi e consapevoli a cosa si va in contro.

Essere marittimo vuol dire essere un Uomo, perché tutti pensano che il mare insegni un mestiere, in realtà insegna ad essere Uomo, a saper affrontare la vita in tutte le sue sfaccettature.

Durante la sua vita, un marittimo, verserà sempre delle lacrime:

• Lacrime di tristezza e dolore quando imbarcherà e si troverà costretto a lasciare i propri cari…

• Lacrime di solitudine quando si troverà a bordo solo e sarà consapevole di trovarsi lontano da tutti e da tutto…

• Lacrime di gioia quando sbarcherà e riabbraccerà i propri cari…

• Lacrime di orgoglio e di soddisfazione perché sarà orgoglioso di aver fatto carriera, e così potrà dare un futuro alla famiglia grazie ai propri sacrifici…

• E infine lacrime di delusioni per gli amori e amici che perderà.

Ma nonostante tutto ciò, un marittimo si dà forza e cerca di andare avanti guardando i lati positivi!

Chi non è del campo non sa cosa si è costretti sopportare durante i mesi di imbarco;

Stress e sonno perso che si accumulano man mano che giorni passano, aver a che fare con gente a volte prepotente ed egoista e dover tenersi tutto dentro per evitare guai e problemi, a volte capita di perdere dei cari mentre si è in alto mare e non li si può salutare per un’ultima volta, amori che ti lasciano da un giorno all’altro perché definitisi troppo deboli, però ti sostituiscono con uno qualsiasi.

Infatti amare un marittimo non è facile per niente.

Ci vuole una ragazza/moglie al suo fianco che gli sarà di aiuto,incoraggiamento e conforto e che dovrà avere un cuore grande che sa comprendere i sacrifici, un cuore forte per reggere al dolore del distacco e separazione, ma soprattutto un cuore pieno di amore che non lo lascerà mai e non lo tradirà neanche nei momenti deboli…

Ma trovando una persona così, è un amore, che nonostante tutto, può crescere e può andare lontano raggiungendo i propri obiettivi, si potrà essere davvero fortunati.

La gente ignorante, pensa che, un marittimo abbia un rapporto in ogni porto, ma non sanno che non si ha tempo materiale per farlo, perché chi ha una responsabilità addosso è raro che possa scendere a terra anche solo per bersi una birra, piuttosto si preferisce un’ora in più di riposo.

A prescindere dal fatto che un vero Uomo non tradisce la sua Donna, indipendentemente se la si ha vicina o a migliaia di km di distanza, ma la rispetta in tutti i modi e per quanto riguarda il marittimo, apprezzerà i sacrifici che la propria donna condivide con lui solo per amore di passare il resto della loro vita insieme..

Perché il valore di un sentimento così forte è la somma dei sacrifici che si è disposti a fare per esso!

Quello di cui ha bisogno un uomo di mare, è amore corrisposto, forte e vero.

Infine ci saranno anche le soddisfazioni:

• Trascorre 24 ore su 24 per 2-3 mesi, ogni 4 mesi di assenza, con la propria famiglia e amici…

• Avere sempre una sicurezza economica(che oggi come oggi è difficilissimo per molte famiglie).

• Garantire un futuro ai propri figli e non far mancare mai niente a loro…

• Capire cosa vuol dire veramente la parola “felicità” quando dopo mesi di imbarco si ritornerà di nuovo su terra ferma.

Tutto questo vuol dire essere un MARITTIMO, ed io sono fiero di esserlo.

Alla fine senza i sacrifici non si ottiene nulla, da qui si potrà vedere chi veramente ti apprezza e rimarrà sempre al tuo fianco anche se si è spesso lontani da tutto e tutti.

Quindi con queste parole, vorrei far capire alle persone che non sono di settore di non sottovalutare il nostro lavoro, ma di apprezzarlo.

E di non “buttare giù” le persone a noi care con frasi di cattivo gusto, senza neanche generalizzare.

3,7 / 5
Grazie per aver votato!

Redazione

BLOG curato da Angelo RUBERTO, Avvocato Penalista del Foro di Bologna, Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense” (www.retenazionaleforense.eu) ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati