LIBRETTI AL PORTATORE. ESTINZIONE ENTRO 31 DICEMBRE 2018

ll Ministero Economia e Finanze, con il  comunicato n.187 del 22.11.2018, ricorda che per evitare penalità, i libretti al portatore, bancari o postali, dovranno essere estinti entro la  fine dell’anno in corso. Con Il decreto legislativo n. 90 de 2017 (decreto con cui l’Italia ha recepito la direttiva europea 2015/849 del Parlamento europeo e del Consiglio, c.d. IV direttiva AMLD),  è stato riformato l’art.49 del decreto legislativo n.  231 del 21 novembre 2007 (riguardante la prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo). Dal 4 luglio 2017, è stato previsto che l’emissione di libretti di deposito, bancari o postali, è possibile esclusivamente nella forma nominativa; altresì, con la stessa decorrenza, è stato vietato il trasferimento dei predetti libretti di deposito già emessi al portatore. Infine, l’art. 49 del decreto legislativo 231 del 2007  ha previsto che, ove esistenti, i libretti di deposito emessi al portatore dovranno essere estinti entro il 31 dicembre 2018.  I possessori di libretti al portatore devono: 1. chiedere la conversione del libretto al portatore in un libretto di risparmio nominativo; 2.trasferire l’importo complessivo del saldo del libretto su un conto corrente o su altro strumento di risparmio nominativo; 3 chiedere la liquidazione in contanti del saldo del libretto. Dal 1 gennaio 2019, banche e Poste italiane non potranno dar seguito a richieste di movimentazioni sui predetti libretti e, fermo restando l’obbligo di liquidazione del saldo del libretto a favore del portatore, saranno obbligate a effettuare una comunicazione al Ministero dell’economia e delle finanze, che applicherà al portatore “fuori tempo massimo” una sanzione amministrativa da 250 a 500 euro.

Pubblicato da Angelo RUBERTO

Blog curato dall'Avv. Angelo RUBERTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.