UNI 1610191: PROFESSIONISTI PIU’ATTRATTIVI di Eufemia FERRARA e Angelo RUBERTO

La nuova norma UNI 16101 91 offre ai professionisti visionari, che vogliono cambiare la propria organizzazione lavorativa, la possibilità di diventare sempre più attrattivi. Crea una sorta di patente di qualità allo studio che viene attribuita e sicuramente offre ai professionisti la possibilità di diventare sempre più attrattivi per la propria clientela. Uno dei principi chiave della qualità di uno studio professionale è l’organizzazione per processi. Questa modalità organizzativa vincola sicuramente i professionisti e lo staff lavorativo al rispetto di regole stringenti, ma la stessa è in grado di garantire coerenza e livelli qualitativi minimi che attribuiscono allo studio uno stile unico e riconoscibile. L’approccio per processi e’ basato sull’analisi e la programmazione delle attività professionali sia presenza e che da remoto, per l’individuazione delle procedure più adeguate di assistenza e consulenza. Anche l’applicazione dell’organizzazione per processi alla gestione e all’archiviazione documentale per rendere più fruibili i documenti e agevolarne la consultazione ha un valore aggiunto e non viene sicuramente tralasciato ai fini di ottenere la certificazione. L’organizzazione per processi presuppone l’individuazione necessaria dei responsabili in grado di garantire il raggiungimento degli obiettivi stabiliti. L’organigramma dello studio professionale, deve contenere l’indicazione delle precise funzioni e delle responsabilità di ciascun livello e serve sia internamente per comprendere tutte le dinamiche dello studio che esternamente per dare la possibilità ai clienti di valutare le competenze specifiche presenti all’interno dello studio. Inoltre, le risorse umane dello studio professionale sono valorizzate. L’ambiente lavorativo deve consentire ai componenti dello studio di avere la giusta collocazione per le loro competenze ed esperienze e ai praticanti di crescere e di acquisire una buona preparazione, in linea con le attitudini e gli interessi di ciascuno. Nel pieno rispetto delle tematiche ambientali sulle quali l’attenzione è sempre maggiore la normativa UNI degli studi professionali tratta anche il tema della sostenibilità, valorizzando l’utilizzo di materiali riciclati ed eco sostenibili. Viene valorizzata l’efficienza energetica degli studi, che ricorrono a fonti energetiche rinnovabili e non inquinanti, senza dimenticare la promozione della raccolta differenziata e dell’abbandono dell’utilizzo della carta. Sostenibilità che passa anche attraverso lo smart working, con attenzione ai tempi di reperibilità o al diritto alla disconnessione. Sostenibilità è infine anche attività pro bono, con valorizzazione del territorio e lavoro finalizzato al progresso della società in cui è inserito lo studio professionale. Quindi, un documento in più volto al futuro delle professioni. ((Eufemia FERRARA Avvocato del Foro di Modena,  Cassazionista, Coordinatrice del Dipartimento Scientifico dell’Associazione “Rete Nazionale Forense”  di  “Diritto Societario, Industriale Commerciale e, Mediazione”. Mail: [email protected][email protected]  ed Angelo RUBERTO Avvocato del Foro di Foggia, Cassazionista, Presidente Associazione “Rete Nazionale Forense” Mail: [email protected]

Pubblicato da Angelo RUBERTO

Blog curato dall'Avv. Angelo RUBERTO