NEO AVVOCATO O, GIOVANE AVVOCATO di Costanza CARLONI

La componente anagrafica spesso incide sulla scelta di un professionista a cui affidarci per questioni legali. Di seguito vi elencherò qualche cosa che già sapete… L’età nel lavoro conta, inutile raccontarsela. Le posizioni più ambite sono in genere occupate da figure più adulte. Scontato, direte voi; in realtà non così tanto, perché non è necessariamente vero che le capacità professionali siano direttamente proporzionali all’età anagrafica. Quando dobbiamo rivolgerci a un professionista, siamo spesso più inclini a fidarci di quelli più maturi. Si è spesso scettici nell’affidarsi a giovani professionisti quando si parla di problemi legali. Potendo scegliere quindi, molti optano per un legale con i capelli bianchi. E questo anche se le marce in più di un giovane avvocato non sono poche. I giovani Avvocati (tra i quali mi annovero) sono più freschi di studi e si aggiornano con maggiore frequenza. Il diritto è in continua evoluzione e una norma che è in vigore oggi potrebbe non esserlo più domani!(ultima riforma della Giustizia stravolgerà moltissimi aspetti) Curioso a questo proposito il fatto che non tutti sanno gli avvocati sono tenuti all’aggiornamento continuo, solo fino a un certo punto della carriera. I giovani legali hanno inoltre una dedizione diversa ai clienti che si affidano a loro. Le pratiche che arrivano infatti vengono gestite e seguite direttamente dal patrocinatore. Ma non finisce quì: bisogna anche tenere in considerazione un approccio più smart ad alcune questioni! Danno aggiornamenti costanti attraverso la comunicazione elettronica. Inoltre oggi il processo civile, amministrativo e quello tributario sono telematizzati ed i giovani professionisti hanno una dimestichezza maggiore nell’approccio alle nuove tecnologie ed alle nuove frontiere del diritto. Infine, non va nemmeno confuso il neo avvocato dall’avvocato giovani: Ho 32 anni, ma sono avvocato da quando ne ho 26. Ringrazio tutti coloro che, seppur diffidenti, si sono rivolti a me e sono ancora miei clienti. Tutti coloro che mi hanno scelta per passaparola. Tutti coloro che mi hanno scelta per caso. Ma soprattutto Tutti coloro che NON mi hanno scelta e continueranno a non farlo nonostante io gliene dia la possibilità: SENZA DI VOI SAREI LEGGERMENTE MENO SPINTA A DARE TANTO!

Costanza CARLONI, avvocato del Foro di Perugia, Vice coordinatrice Cos Umbria (Rete di imprenditori e liberi professionisti (umbri) ognuno operante in diverso settore che si riuniscono settimanalmente per ampliare il proprio business e lavorare a progetti insieme), si occupa di tutela legale alle imprese nella loro operatività e sviluppo, con particolare attenzione alle implicazioni normative legate al digitale; consulenza legale a persone fisiche e giuridiche in ambito stragiudiziale e giudiziale in materia civile;  tutela dei diritti dei consumatori e tutela delle imprese nella loro operatività e sviluppo, con particolare attenzione alle implicazioni normative legate al digitale;  adeguamento alla nuova normativa privacy;  Disponibile per domiciliazioni professionali (sostituzioni processuali, adempimenti in cancelleria dinnanzi alle autorità giudiziarie di Perugia).

Pubblicato da Angelo RUBERTO

Blog curato dall'Avv. Angelo RUBERTO