ADOLESCENTI IN CRISI E GENITORI IN DIFFICOLTA’ di Alessia MICOLI

Il ruolo del genitore è fondamentale nella crescita dei figli e, non può essere superficiale. L’evoluzione dei propri figli dipende dal sapere gestire in modo adeguato il rapporto genitore figlio. La tematica del rapporto tra figli adolescenti e genitori viene affrontata dalla Dr.ssa Alessia Micoli, psicologa nell’articolo sotto riportato.

“L’adolescenza è una fase delicata, è un periodo pieno di cambiamenti da molti punti di vista quali: fisico, mentale, emotivo ed sociale. L’adolescenza è quel periodo dello sviluppo che raffigura il passaggio dall’infanzia all’età adulta, che va quindi da circa i 12 fino ai 19/20 anni. durante questo periodo cambia il modo di pensare, di relazionarsi e di comunicare, cambiano le relazioni con i familiari, viene ristrutturata la personalità, vengono assunti atteggiamenti poco comprensibili o accettabili per l’adulto ed emergono dei vissuti di entusiasmo e speranza che si alternano a periodi di crisi, sfiducia, rabbia o disperazione. Grande malessere per tutto ciò che avviene nell’adolescente, viene provato anche dai genitori. Difatti determinati mutamenti possono creare degli squilibri nella normale routine dei minori ed attivare, soprattutto nei momenti di grande stress, dei conflitti con i caregiver e/o delle situazioni di crisi. I genitori, in qualità di adulti di riferimento, possono trovarsi in grandi difficoltà nel riuscire a gestire le varie situazioni con gli strumenti a disposizione e a riuscire a cogliere quando si tratta solamente di un episodio casuale e quando invece il tutto è un segnale di vulnerabilità molto più profonda e serve un intervento specialistico. I genitori che accompagnano (o che dovrebbero accompagnare) gli adolescenti nel percorso di crescita possono da un lato semplificare l’emergere di potenzialità e capacità costruttive, favorendo l’espressione dell’individualità e dell’autonomia; dall’altro, però, possono arrivare a ridurre l’esposizione ad eventuali rischi riuscendo a definire delle regole precise e limiti protettivi ed arrivando ad accogliere e ascoltare le emozioni e i bisogni sottostanti”.

/ 5
Grazie per aver votato!

Redazione

BLOG curato da Angelo RUBERTO, Avvocato Penalista del Foro di Bologna, Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense” (www.retenazionaleforense.eu) ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati