LA NAVE ECO CATANIA SULLA LINEA RAVENNA – BRINDISI – CATANIA

AUTOSTRADA DEL MARE. Ieri è stata inaugurata la linea  Ravenna – Brindisi – Catania con una nave appartenente alla classe Grimaldi Green 5th Generation (Gg5g) che, al momento, rappresenta la serie di navi Ro-Ro più grandi al Mondo per il trasporto marittimo di corto raggio (Short Sea Shipping). La nave in questione è la Eco Catania, che batte bandiera italiana, è lunga 238 metri e larga 34 metri, ha una stazza lorda di 67.311 tonnellate ed una velocità di crociera di 20,8 nodi. La capacità di carico dei suoi sette ponti, di cui due mobili, è doppia rispetto a quella della precedente classe di navi ro-ro impiegate dal Gruppo Grimaldi per il trasporto di merci di corto raggio: la nave può infatti trasportare 7.800 metri lineari di merci rotabili, pari a circa 500 trailer e 180 automobili. La rampa di accesso a poppa permette di caricare unità con un peso fino a 150 tonnellate. Grazie all’adozione di numerose soluzioni tecnologiche altamente innovative, a parità di velocità la Eco Catania consuma la stessa quantità di carburante rispetto alle navi ro-ro della precedente generazione ed è dunque in grado di dimezzare le emissioni di CO2 per unità trasportata. Emissioni che vengono addirittura azzerate quando la nave è ferma in porto: durante la sosta in banchina, la Eco Catania utilizza infatti l’energia elettrica immagazzinata da mega batterie al litio con una potenza totale di 5 MWh che si ricaricano durante la navigazione grazie agli shaft generator e a 350 m2 di pannelli solari. In più, la nave è dotata di motori di ultima generazione controllati elettronicamente e di un impianto di depurazione dei gas di scarico per l’abbattimento delle emissioni di zolfo e particolato. “La Eco Catania è solo la più recente delle numerose prove tangibili del nostro impegno per accelerare la transizione ecologica nel settore dei trasporti”, ha affermato Emanuele Grimaldi, Amministratore Delegato della compagnia partenopea. “La Sicilia merita e necessita di servizi di trasporto affidabili ed efficienti; per questo abbiamo dedicato ad uno dei suoi principali porti la nostra quinta unità della classe GG5G, che sarà presto impiegata proprio tra l’isola, il Continente e Malta”.  Patroni Griffi – presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico meridionale – ha fatto presente come l’unica banchina nel porto di Brindisi  in cui attualmente le navi Eco possano attraccare sia a Costa Morena a Punta delle Terrare. In futuro, una volta completato il pontile a briccole, saranno complessivamente a disposizione tre ormeggi. Il presidente ha inoltre manifestato la necessitò di puntare sull’elettrificazione delle banchine, per dare la possibilità a tutte le navi che puntano sull’ibrido. di poter ormeggiare a Brindisi.

/ 5
Grazie per aver votato!

Redazione

BLOG fondatto e curato da Angelo RUBERTO, Avvocato Penalista del Foro di Bologna, Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense”. Il fondatore del sito, al momento non ha intenzione di registrare questa testata giornalistica online poiché tale registrazione è necessaria solo per coloro che intendono ottenere contributi statali, secondo quanto previsto dall’articolo 7, comma 3, decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70. ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati