DISPOSITIVI ANTIABBANDONO BAMBINI: IN VIGORE DA OGGI

Il regolamento di attuazione dell’articolo 172 del nuovo Codice della Strada in materia di dispositivi antiabbandono è stato pubblicato il 23 ottobre sulla Gazzetta Ufficiale ed entrava in vigore 15 giorni dopo la pubblicazione, quindi il 7 novembre del 2019 (ai sensi dell’art. 10 delle preleggi).   L’obbligo riguarda l’installazione a bordo dei veicoli di un dispositivo di allarme la cui funzione è quella di prevenire l’abbandono dei bambini di età inferiore ai quattro anni. Si attiva nel caso di allontanamento del conducente e può essere integrato nel seggiolino, oppure indipendente dal sistema di ritenuta del bambino. Per agevolarne l’acquisto nel Decreto Fiscale è stato istituito un fondo e il riconoscimento di un contributo economico di 30 euro per ciascun dispositivo di allarme acquistato. Ieri il Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti – guidato da Paola De Micheli – ha diramato una circolare con la quale ha chiarito che la nuova disposizione entra in vigore oggi, cogliendo un po’ tutti di sorpresa in quanto si pensava che potessero essere concessi 120 giorni dall’entrata in vigore del Decreto attuativo per l’adeguamento alla normativa in questione, e che di conseguenza le sanzioni si sarebbero dovute applicare dal 6 marzo 2020. Si consiglia pertanto di adeguarsi il prima possibile alla normativa oramai vigente. I dispositivi anti abbandono possono essere integrati nei nuovi seggiolini, possono esser un accessorio di base o optional del veicolo o possono essere dispositivi indipendenti sia del seggiolino e sia del veicolo, utilizzabili quindi per adeguare i seggiolini già in circolazione.  Con Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti erano state stabilite,  infatti, anche le caratteristiche tecniche di questi dispositivi “che potranno essere integrati all’origine nel seggiolino, oppure una dotazione di base o un accessorio del veicolo, ricompreso nel fascicolo di omologazione dello stesso oppure un sistema indipendente dal seggiolino e dal veicolo“. Ora chi trasporta un bambino di età inferiore a quattro anni con un seggiolino non munito di sistema antiabbandono (integrato nel seggiolino o separato) rischia per il nuovo articolo 172 del Codice della strada: – 81 euro di multa; – decurtazione di cinque punti patente; – sospensione della patente da 15 giorni a due mesi, se viene colto a commettere la stessa infrazione più di una volta nel giro di due anni. Come funzionano? I dispositivi sono dotati di un sistema che dovrà attivarsi automaticamente e di un allarme che avvisi il conducente che è presente un bambino nel veicolo, lanciando così segnali visivi e acustici, oppure visivi e aptici che siano comprensibili sia dall’interno che dall’esterno dell’auto. Inoltre potranno essere dotati di un sistema automatico di invio di messaggi o chiamate.

/ 5
Grazie per aver votato!

Redazione

BLOG fondato, curato e diretto da Angelo RUBERTO, Avvocato Penalista di Bologna e Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense”. PARTNER: JuraNews https://juranews.it - ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.