GIUDICE di PACE di ROMA: NOTIFICHE NEL SETTORE CIVILE SOLO TELEMATICHE di Angelo RUBERTO

Dal Giudice di Pace di Roma , almeno per il settore civile, d’ora in avanti, le notifiche e comunicazioni viaggieranno solo per via telematica. E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (n. 244 del 17 ottobre 2019) il decreto 15 ottobre del Ministro della Giustizia, con il quale vengono avviate le comunicazioni e le notificazioni di cancelleria telematiche nel settore civile presso l’Ufficio del Giudice di Pace di Roma, ai sensi dell’art. 16, d.l. n. 179 del 2012. L’art. 1 del predetto decreto recita: “1. E’ accertata la funzionalita’ dei servizi  di  comunicazione  di cui all’articolo 16, comma 10, del decreto-legge 18 ottobre 2012,  n. 179, recante «Ulteriori misure urgenti per la  crescita  del  Paese», convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n.  221, come modificato dall’art. 1, comma 19, della legge 24 dicembre  2012, n. 228, recante «Disposizioni per la formazione del bilancio  annuale e  pluriennale  dello  Stato  (Legge  di  stabilita’  2013)»   presso l’Ufficio del giudice di pace di Roma;    2. Nell’ufficio giudiziario di cui al comma  1,  le  comunicazioni  e notificazioni di  cancelleria  nel  settore  civile  sono  effettuate esclusivamente   per   via   telematica   secondo   le   disposizioni dell’articolo 16 del decreto-legge 18 ottobre 2012, n.  179,  recante «Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese», convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, come  modificato dall’art. 1, comma 19, della legge 24 dicembre 2012, n. 228”. Il decreto entrerà in vigore il quindicesimo giorno successivo a quello della pubblicazione in G.U. La sperimentazione è avvenuta verificando il corretto flusso delle comunicazioni telematiche, seguito passo passo dalla Commissione informatica del Coa di Roma. “Prosegue lo sforzo dell’Ordine di Roma per raggiungere la piena digitalizzazione del processo civile – spiega il Presidente del Coa, Antonino Galletti – presso tutti gli Uffici giudiziari che insistono sul territorio, sempre al fine di semplificare gli adempimenti e le incombenze per i colleghi nell’interesse del buon funzionamento della Giustizia”. “Una rivoluzione copernicana per tutti gli avvocati e per migliaia di cittadini che per ora riguarda il giudice di pace civile – per  il Consigliere tesoriere dell’Ordine, Alessandro Graziani – ma che in futuro dovrà abbracciare anche gli altri uffici giudiziari e la Suprema Corte di Cassazione, sia per il civile, sia per il penale”.

/ 5
Grazie per aver votato!

Redazione

BLOG fondatto e curato da Angelo RUBERTO, Avvocato Penalista del Foro di Bologna, Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense”. Il fondatore del sito, al momento non ha intenzione di registrare questa testata giornalistica online poiché tale registrazione è necessaria solo per coloro che intendono ottenere contributi statali, secondo quanto previsto dall’articolo 7, comma 3, decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70. ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.