INIZIO ANNO SCOLASTICO “SCUOLA NAVALE FRANCESCO MOROSINI di VENEZIA”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel 1937 sull’isola di S. Elena di Venezia, venne inaugurato il complesso di edifici destinati ad ospitare il “Collegio Navale della Gioventù Italiana del Littorio”, che aveva il compito di preparare i giovani al servizio nella Regia Marina. Dopo la chiusura del Collegio, avvenuta nel 1943, la struttura ospitò dal 1946 al 1959 i corsi delle Scuole Sottufficiali della Marina Militare. La Scuola navale militare “Francesco Morosini” istituto di formazione della Marina Militare aperto a entrambi i sessi, con sede a Venezia, fu fondato il 2 ottobre del 1961 con la denominazione di collegio navale “Francesco Morosini”. Successivamente con decreto legislativo n° 464 del 28 novembre 1997 è diventato scuola navale militare e, dall’Anno Scolastico 2001/2002, con il nuovo Ordinamento Istituzionale, gli allievi assumono lo status di militare. “Il Morosini” è una scuola di istruzione di secondo grado dove si svolgono gli ultimi tre anni del liceo scientifico e classico tradizionale il cui obiettivo è quello di istruire i giovani e suscitare in essi l’interesse alla vita sul mare orientandoli verso le attività ad esso connesso, integrandolo con una formazione pre-universitaria di eccellenza che consenta ai frequentatori sbocchi professionali di prestigio, non indirizzati esclusivamente all’arruolamento nelle Forze Armate, ma anche all’impiego nel mondo civile. Martedì 10 settembre,  si è aperto l’anno scolastico 2019-2020 per 185 allievi della Scuola Navale Militare “Francesco MOROSINI” di Venezia. Dopo l’incorporamento dei 71 giovani allievi del primo corso avvenuta mercoledì 4 settembre scorso sono rientrati a scuola anche gli allievi del secondo corso Cerberus e del terzo corso Aithér. Il battaglione allievi si è ritrovato al completo nella prima assemblea dell’anno presso il campaccio della Scuola per l’indirizzo di saluto da parte del nuovo Direttore ai Corsi. Al termine, gli allievi neo promossi al secondo e terzo corso si sono recati presso l’aula magna dell’Istituto per ricevere i gradi direttamente dai rispettivi Comandanti ai Corsi. Cerimonia intima ma molto sentita dai protagonisti perché simbolo di un traguardo fortemente voluto e conseguito con la determinazione, l’impegno e gli sforzi fatti nel corso dell’anno precedente. Ma le sfide non sono finite e molte saranno le attività che attendono i giovani allievi. Il primo corso, dopo l’iniziale periodo di ambientamento, si preparerà a vivere momenti indimenticabili come la scelta del nome del corso, la cerimonia del giuramento ed il “battesimo del mare” con l’imbarco sulle navi scuola a vela della Marina Militare. Il secondo corso Cerberus, invece, dovrà conciliare l’impegnativo programma di studi con le attività addestrative ed etico militare che culmineranno, anche per loro, a giugno con l’imbarco sulle navi grigie della Marina Militare. Ultimo anno di un intenso percorso formativo iniziato nel settembre del 2017, è quello che si appresta a vivere il terzo corso Aithér in quanto delicate e decisive saranno le scelte da affrontare per il futuro ed intenso sarà l’impegno nello studio per affrontare l’esame di stato, la preparazione ai concorsi pubblici per l’accesso all’Accademia Navale o all’accademia di altre Forze Armate piuttosto che gli esami di ammissioni alle università. Buon vento per questo inizio d’anno scolastico. (Fonte: sito Marina Militare)

/ 5
Grazie per aver votato!

Redazione

BLOG curato da Angelo RUBERTO, Avvocato Penalista del Foro di Bologna, Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense” (www.retenazionaleforense.eu) ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.