CHIOGGIA INCENDIO A BORDO NAVE “HALA B”

Nella serata del 26 febbraio, a bordo della nave cargo “Hala B”, battente bandiera del Belize,  è scoppiato un grosso incendio mentre era alla fonda a circa 3 miglia dalle ostruzioni del porto di Chioggia.  Dopo l’allarme per l’incendio sviluppatosi verso le ore 18 di ieri nei locali adiacenti la sala macchine, la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Chioggia ha coordinato le operazioni di evacuazione e salvataggio delle 18 persone di equipaggio, e l’intervento di 6 rimorchiatori ed un mezzo nautico dei Vigili del Fuoco. La tempestività dell’intervento effettuato mediante il costante raffreddamento operato dai rimorchiatori con i cannoni ad acqua delle zone della nave interessate dal fuoco ha impedito il propagarsi dell’incendio, consentendo il suo progressivo ridimensionamento a minori focolai, fino a rendere possibile, all’incirca verso le ore 01.15, l’intervento a bordo delle squadre del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Venezia, trasbordate dal loro mezzo nautico e dalle motovedette della Guardia Costiera.” L’ispezione ai locali ed il progressivo spegnimento dei focolai residui “si è concluso intorno alle ore 03.30, quando i Vigili del Fuoco hanno dichiarato l’avvenuta estinzione degli incendi a bordo. Durante l’intera nottata e nell’odierna mattina i mezzi navali “CP 287”, “CP826” e “CP541” delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera di Venezia e Chioggia, nonché l’elicottero “Nemo 11” del 3° Nucleo Aereo di Pescara hanno sorvegliato la nave alla fonda ed il circostante specchio acqueo per monitorare l’eventuale insorgere di rischi per la sicurezza della navigazione e l’ambiente marino al momento non sussistenti.” Nella giornata del 28 la nave è stata condotta in porto con il coordinamento della manovra da parte della Capitaneria di Porto di  Chioggia e in collaborazione con vigili del fuoco,  Piloti del porto, rimorchiatori e ormeggiatori del porto. Adesso la nave sarà sottoposta ad ispezione  per valutarne le condizioni, scoprire le cause dell’incendio e per stabilire le azioni da intraprendere: della commissione di visita,  faranno parte, oltre alla Capitaneria di Chioggia che presiederà la commissione, anche   rappresentanti di vigili del fuoco, Arpav, porto di Venezia, Registro Italiano Navale, Chimico del porto, capo della corporazione piloti di Chioggia e Porto Levante, ormeggiatori del porto di Chioggia e ufficiale “Port State Control” della sezione sicurezza navigazione della Capitaneria di Porto Chioggia. (Il Port State Control è l’attività ispettiva delle navi straniere da parte dell’Autorità dello Stato del porto atta a garantire che la nave che scala un porto in navigazione internazionale non sia in condizioni sub-standard rispetto alle Convenzioni Internazionali che regolano la sicurezza della navigazione, costituendo un pericolo per la vita umana in mare e per l’ambiente). 

/ 5
Grazie per aver votato!

Redazione

BLOG curato da Angelo RUBERTO, Avvocato Penalista del Foro di Bologna, Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense” (www.retenazionaleforense.eu) ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.