PROPOSTE DI LEGGE PER LA REINTRODUZIONE DELL’EDUCAZIONE CIVICA NELLE SCUOLE

La reintroduzione dell’ educazione civica alle scuole superiori e la introduzione alle scuole materne ed elementari, da tempo è oggetto di attenzione e, di diverse iniziative legislative, popolari e parlamentari. La Lega ha presentato una proposta di legge il cui scopo è quello di rendere obbligatorio l’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole: dalle materne alle superiori. E sarà materia di colloquio all’esame di terza media e di maturità. L’insegnamento riguarderà la Costituzione, l’educazione alla cittadinanza digitale, la lotta al bullismo, il rispetto dell’ambiente, l’educazione alla salute e la sicurezza stradale. Il sindaco di Firenze Dario  Nardella, invece è stato uno dei primi a lanciare la battaglia per la reintroduzione dell’educazione civica nelle scuole ed ha fatto sapere che ha raccolto oltre 50 mila firme per presentare una proposta di legge di iniziativa popolare.  Hanno aderito all’iniziativa firmando, la senatrice a vita Liliana Segre, Gigi Proietti, il sovrintendente del Maggio Musicale Cristiano Chiaro,  e gli orchestrali del Maggio, l’ex campione di volley Andrea Lucchetta e il campione paraolimpico di lancio del peso Tapia Oney, Adriano Panatta, Sigfrido Ranucci, Gaetano Gennai, l’astronauta Paolo Nespoli. Anche la Lega ha presentato una proposta di legge il cui scopo è quello di rendere obbligatorio l’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole: dalle materne alle superiori. E sarà materia di colloquio all’esame di terza media e di maturità. L’insegnamento riguarderà la Costituzione, l’educazione alla cittadinanza digitale, la lotta al bullismo, il rispetto dell’ambiente, l’educazione alla salute e la sicurezza stradale.

/ 5
Grazie per aver votato!

Redazione

BLOG fondatto e curato da Angelo RUBERTO, Avvocato Penalista del Foro di Bologna, Presidente dell’Associazione “Rete Nazionale Forense”. Il fondatore del sito, al momento non ha intenzione di registrare questa testata giornalistica online poiché tale registrazione è necessaria solo per coloro che intendono ottenere contributi statali, secondo quanto previsto dall’articolo 7, comma 3, decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70. ©2018-2024 Tutti i Diritti Riservati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.